L’ultima volta che siamo stati bambini

L'ultima volta che siamo stati bambini

L'ultima volta che siamo stati bambini.

di Fabio Bartolomei

Ieri sera ho iniziato "L'ultima volta che siamo stati bambini", il terzo che leggo di Fabio Bartolomei, preso a scatola chiusa dopo aver letto i primi due perché la scrittura di questo autore è proprio nelle mie corde. E ci trovo dentro proprio i fattacci in zona seconda guerra mondiale. Messi come sfondo però, come movente e come scusante, che provocano e definiscono ogni azione dei protagonisti: tre bambini sui dieci anni che...

CONTINUA A LEGGERE >>

La variante di Lüneburg

La variante di Lüneburg di Paolo Maurensig

La variante di Lüneburg

di Paolo Maurensig

La follia che riempie il vuoto di ogni giorno, immagini che diventano un assillante, perpetuo presente. Quelle del passato invece, di immagini, nemmeno ci sono più. Sovrascritte. Quel tipo di follia che diventa necessaria compagna, salvezza e condanna assieme.

CONTINUA A LEGGERE >>

Il mio nome era 125

Il mio nome era 125, di Matteo Beltrami

Il mio nome era 125

di Matteo Beltrami

Questa è la storia vera di 125, Piero, una delle vittime delle misure coercitive messe in atto dallo Stato e dalla Chiesa nella Svizzera degli anni '50, raccontata da suo figlio e poi entrata a far parte delle...

CONTINUA A LEGGERE >>

Solidarietà digitale

Solidarietà digitale

Solidarietà digitale

Lista di siti per ebook gratuiti

In questi giorni ha preso il via un’iniziativa chiamata #SolidarietàDigitale attraverso la quale vengono resi disponibili gratuitamente contenuti digitali tra cui anche ebook.


 [...] ...   CONTINUA A LEGGERE

Recensione: I baffi

I baffi

di Emmanuel Carrère

Il tratto distintivo del protagonista di questo romanzo sono i baffi, dei bei baffoni che ha sempre portato. Ed è a seguito della loro scomparsa, per così dire, che iniziano ad accadere una serie di eventi [...] ...   CONTINUA A LEGGERE

Sete, di Amélie Nothomb

Sete di Amelie Nothomb

Sete

di Amélie Nothomb

Non penso che su questo libro, “Sete“, il mio primo della Nothomb (già già), scriverò molto di più di ciò che sto per dire, quindi sappiate che questo è un commento a caldo [...] ...   CONTINUA A LEGGERE