Recensione: Tutto il nostro sangue

Tutto il nostro sangue di Sara Taylor

Tutto il nostro sangue

Sara Taylor

“Tutto il nostro sangue” è il libro d’esordio della Taylor, l’unico per il momento. Un ottimo esordio, direi. Tredici capitoli per altrettante storie ambientate nelle Shore, in Virginia, su un lembo di terra legato al continente da un ponte e percorso per il lungo dalla Route 13.

Tutto il nostro sangue di Sara Taylor

Ogni storia ruota attorno alla vita di un personaggio e alle vicende che legano la sua famiglia a quelle di altre, tutte appartenenti allo stesso albero genealogico, andando avanti e indietro nel tempo da un lontano 1885 a un distopico 2143.

Vicende complicate che hanno in comune la povertà, la fame e la dipendenza da alcol e droghe oltre a quella impalpabile propensione a voler cambiare qualcosa senza sapere esattamente né cosa né come fare.

Vivremo la rabbia dei protagonisti, la loro fuga, la pazzia e anche la magia. Osserveremo la dimistichezza di alcuni nell’uso inconsueto di piante locali e anche quella – meno nobile – di far nascere uomini imperfetti, uomini a metà. Leggeremo persino di un male ignoto che riddurrà drasticamente il numero della popolazione mondiale, pensa te. Quello che invece non troveremo sarà pietà o cinismo. Nessuna condanna per gli atti commessi, nessun risarcimento per quelli subiti. Spesso, anzi, non sarà nemmeno fatta giustizia anche se a volte qualcuno ci penserà da sé. E alcun giudizio sarà espresso in proposito.

Durante la narrazione il paesaggio cambia assieme al tempo delle storie, si sentono i gusci delle ostriche sbriciolarsi sotto i piedi, il caldo appiccicoso, il sale dell’oceano e l’umidità delle paludi. Vivremo in una Virginia rurale distante da noi non solo per i chilometri che ci separano ma per le differenti necessità che caratterizzano paesi così poveri in cui anche un luogo angusto e isolato come un faro diventa un mondo attorno al quale costruire il presente o sognare un futuro.

Consigliato: sì

 





DESCRIZIONE

Tutto il nostro sangue, ambientato sulle coste di due isolette della Virginia, racconta oltre duecento anni di vita di una comunità, dal 1885 fi no a un apocalittico 2143. Un romanzo intrecciato sui rami di un albero genealogico che tesse le esistenze dei personaggi di cui seguiamo le tracce da un capitolo all’altro.

Il primo capitolo si apre nel 1995, dove incontriamo Chloe e Renee, due giovani sorelle alle prese con la durezza di un paesaggio pericoloso quanto i suoi protagonisti e sin dall’incipit il lettore è trascinato in un’esperienza estrema di nascita e morte, giuramenti, violenza e istinti primitivi e vili.

La voce di Sara Taylor, avvicinata dalla critica a quella di Flannery O’Connor, è intrigante e selvaggia. La sua scrittura si muove per azioni che si svolgono rapide e lasciano poco tempo alle domande, coinvolgendo con immediatezza il lettore nell’atmosfera delle di verse epoche e lasciandolo semplicemente preda della prossima pagina. La spiaggia è un romanzo abitato da storie e personaggi ambigui, colmo di situazioni grottesche e pervaso dal soffi o della letteratura gotica del sud degli Stati Uniti.


Scheda del libro

Tutto il nostro sangue di Sara Taylor

Genere: Narrativa moderna e contemporanea
Editore: minimum fax
Collana: Sotterranei
Data uscita: 15/09/2016
Pagine: 300
ISBN: 9788875217433

Acquistalo su Amazon.it



Tutto il nostro sangue di Sara Taylor

Dalla copertina…

Tutto il nostro sangue di Sara Taylor


Dettagli

Genere: Narrativa moderna e contemporanea
Editore: minimum fax
Collana: Sotterranei
Data uscita: 15/09/2016
Pagine: 300
ISBN: 9788875217433

Acquistalo su Amazon.it


L’autrice

Sara TaylorSara Taylor
Leggi la biografia su minimum fax








Recensione del romanzo “Tutto il nostro sangue” di Sara Taylor, 14.04.2020.


Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *