Recensione: Jane Austen

Jane Austen

Di Manuela Santoni

Jane Austen - Graphic novel di Manuela SantoniChi ha letto i romanzi di Jane Austen ha avuto modo di amare i luoghi in cui essi sono ambientati. E non solo, generalmente, l’Inghilterra del 1800 ma anche le sue residenze, le sue dimore ricche di dettagli e di abitudini, protagoniste al fianco dei protagonisti.

“C’era la casa grande e la casa piccola; un invito al tè, un invito alla cena e a volte un pranzo all’aperto; la vita restava confinata tra utili amicizie e rendite adeguate”

[Il lettore comune, Virginia Woolf]

È in questi luoghi che Jane Austen ha vissuto, senza spostarsi mai all’estero, senza conoscere, se non dai libri della biblioteca di suo padre, il mondo fuori dalla tanto amata Inghilterra. Ma c’è un’altra esperienza che Jane Austen non ha fatto: quella di creare una famiglia. Quella di vivere appieno l’amore che tanto ha narrato nei suoi romanzi, l’amore per un uomo, l’amore per i figli. Jane Austen ha infatti scelto di vivere con la madre e le sorelle, di non conformarsi alle regole imposte dal suo tempo, dedicando tutta la sua – purtroppo breve – esistenza alla scrittura e alla lettura.

Jane Austen - Graphic novel di Manuela SantoniEd è proprio questo aspetto della sua vita che viene approfondito nel graphic novel biografico “Jane Austen”. Con oltre ottanta tavole monocolore, dal tratto morbido ma incisivo, Manuela Santoni  ci narra le scelte di una donna che, in un tempo in cui al gentil sesso non era consentito nemmeno inviare una lettera a un amico, ha deciso di seguire la sua passione senza preoccuparsi di soddisfare le aspettative della società.

“Elinor, solo coloro che sanno cosa sia soffrire possono essere orgogliosi e indipendenti”

[Marianne Dashwood, Ragione e sentimento]

Il graphic novel è impreziosito in chiusura dall’intervento di Mara Barbuni  (direttrice di “Due pollici d’avorio” la rivista letteraria della Jane Austen Society of Italy) che non solo lo arricchisce di dettagli e di curiosità circa la vita della scrittrice in relazione al tessuto sociale dell’800 e dei relativi costumi, ma fornisce anche interessanti chiavi di lettura per tutta la produzione della Austen.

Senza dubbio Manuela Santoni e Mara Bruni hanno creato un piccolo gioiello da affiancare alle note opere di una delle scrittrici più amate da tutto il mondo.

Risorse

Sito dell’autrice Manuela Santoni

Sito della Jasit (Jane Austen Society of Italy)

Consigliato: sì

Le tavole

Questo slideshow richiede JavaScript.

Descrizione

Jane Austen “Cassandra, ti ricordi di quando eravamo piccole? Tu eri bravissima a ricamare e a disegnare. E poi eri sempre a tuo agio in quegli scomodi vestiti da dama che ci facevano mettere ai balli. Io ero negata in tutto. Ero la disperazione di nostra madre. Ma quando papà mi diede le chiavi della sua biblioteca il mio cuore si riempì di gioia. In mezzo a tutti quei libri! Non vedevo l’ora di leggerli tutti! In essi finalmente trovai la libertà.
Con loro potevo essere in ogni luogo e in ogni tempo.” Jane Austen, ormai prossima alla morte a soli 42 anni, ripercorre la propria giovinezza scrivendo una lunga lettera alla sorella Cassandra. Ricorda la sua infanzia di bambina cresciuta in mezzo ai libri, poco incline alle maniere consoni alle dame dell’epoca, ma incredibilmente dotata come narratrice. La scrittura e i libri sono tutta la sua vita, pari forse solo all’amore per il giovane Tom Lefroy.

L’autrice

Manuela SantoniManuela Santoni vive a Roma, è illustratrice e fumettista. Finalista al premio Battello a Vapore nel 2014, ha lavorato successivamente per Becco Giallo, De Agostini e Il Castoro.

 

Scheda del libro

Jane Austen - Graphic novel di Manuela Santoni edito Becco GialloGenere: Narrativa a fumetti
Editore: Becco Giallo
Collana: Biografie
Data uscita: 23/02/2017
Pagine: 144
ISBN: 9788899016470

Acquistalo su Amazon.it


Recensione del graphic novel “Jane Austen” di Manuela Santoni. 27.11.2018.
Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *