Racconto d’autunno

Racconto d'autunno di Tommaso Landolfi

Racconto d’autunno

Di Tommaso Landolfi

Racconto d'autunno di Tommaso Landolfi

Racconto d’autunno“, scritto nel 1946, è un breve romanzo dallo stile gotico-romantico che non risparmia al lettore scene di crudeltà e di tensione accuratamente bilanciate da atti di grande umanità. Un racconto per certi versi agghiacciante ma fortemente introspettivo nel quale Landolfi, seguendo il percorso del protagonista, un soldato fuggitivo alla ricerca di un riparo, ci porta dalla cima di una montagna sino al fondo di una misteriosa segreta, dalla valutazione per apparenza a quella per esperienza, dall’esterno all’interno, dalla sostanza all’essenza.

L’autore infatti scava nell’animo, per primo il suo, provando a mettere in dramma sia reazioni che speranze legate alla perdita di un amore viscerale, fondamentale e insano. Vitale. Parla della brevità di un attimo in cui un destino si compie ma parla anche di quei “per sempre” che desiderano imporsi sul corpo, sfidando il tempo e la logica. Parla di Dio e di magia profana, di inganno e di libertà, di come si possa sopportare praticamente ogni cosa se l’unica realtà che si conosce è quella in cui si vive.

Scrive Carlo Bo nella prefazione:
“Quel poco o molto che c’è di rituale nel suo esercizio letterario ha la funzione di proteggere una verità che si confonde con la disperazione”.

Per tutto il romanzo mi è sembrato di sentire nell’aria quell’odore di passato che si respira negli antichi castelli dove ci sono tanti arazzi datati, tappeti sbiaditi ed enormi dipinti a olio con vecchi regnanti e scene di caccia. Dove ci sono ritratti grandi come quello di Lucia, che hanno incantato e mosso all’azione il protagonista curioso. E anche il ricco linguaggio dell’autore, con vocaboli e costruzioni a cui non siamo più abituati, così ricercato e puntuale (mi ha fatto venire in mente alcune immense lavorazioni all’uncinetto, realizzate con quel filo sottilissimo che si usava tempo addietro, torto e ritorto nel silenzio paziente della penombra) ha contribuito a farmi immergere completamente in quell’atmosfera di mistero e timoroso fascino tipici dei grandi manieri d’un tempo, con le loro numerose stanze, i corridoi nascosti e i segreti indicibili.
“A Landolfi è riuscita un’impresa che possiamo ben dire unica ai nostri tempi: non fa parte di nessuna istituzione […], è un solitario, uno che vive davvero in un’isola e ogni tanto affida al mare dei piccoli messaggi sotto forma di divertimento, fra l’irrisione e la disperazione ma sempre con un intento ben preciso, proteggere la propria libertà, in modo da consumare fino in fondo la propria desolazione.”
Consigliato: sì

Descrizione

Racconto d'autunno di Tommaso Landolfi “Cassandra, ti ricordi di quando eravamo piccole? Tu eri bravissima a ricamare e a disegnare. E poi eri sempre a tuo agio in quegli scomodi vestiti da dama che ci facevano mettere ai balli. Io ero negata in tutto. Ero la disperazione di nostra madre. Ma quando papà mi diede le chiavi della sua biblioteca il mio cuore si riempì di gioia. In mezzo a tutti quei libri! Non vedevo l’ora di leggerli tutti! In essi finalmente trovai la libertà.
Con loro potevo essere in ogni luogo e in ogni tempo.” Jane Austen, ormai prossima alla morte a soli 42 anni, ripercorre la propria giovinezza scrivendo una lunga lettera alla sorella Cassandra. Ricorda la sua infanzia di bambina cresciuta in mezzo ai libri, poco incline alle maniere consoni alle dame dell’epoca, ma incredibilmente dotata come narratrice. La scrittura e i libri sono tutta la sua vita, pari forse solo all’amore per il giovane Tom Lefroy.

Scheda del libro

Racconto d'autunno di Tommaso Landolfi Genere: Narrativa moderna e contemporanea
Editore: Adelphi
Collana: Gli Adelphi
Data uscita: 15/05/2013
Pagine: 132
ISBN: 9788845928062


Recensione del romanzo “Racconto d’autunno” di Tommaso Landolfi. 13.08.2019.
Related Posts

Un commento

  1. HelenJen

    Ciao.

    Dove posso scaricare XEvil gratuitamente sul tuo sito?
    Ho avuto informazioni dal tuo supporto. XEvil è davvero il miglior programma per la risoluzione del captcha, ma mi serve l’ultima versione.

    Grazie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *