Recensione: Finale di partita

Finale di partita

Di Samuel Beckett

Parte in profondità già con il titolo, Samuel Beckett, in questo dramma: il “finale di partita” è infatti l’ultima fase di una partita a scacchi che, a parità di bravura dei partecipanti, è normalmente divisa in tre fasi. Nell’ultima restano pochi pezzi sulla scacchiera e, dell’incontro, si preannuncia la fine.

        >> CONTINUA A LEGGERE

Recensione: Novecento

Novecento

di Alessandro Baricco

Lo lessi la prima volta da giovane, “Novecento“. A venti anni di distanza, questo è un libro che cambia completamente di prospettiva. Mi par ora, d’averlo letto al tempo indossando quei robusti occhiali tipici della gioventù, presente? Quelli che non si spaccano nemmeno se ne combini una a giorno, quelli che osservandoci attraverso una lunghissima strada, o un’intera metropoli, non ci si vede la fatica del percorso ma solo la voglia di sapere cosa trovarci. Di stupirsi. Di sbagliare e cambiar rotta. Al tempo, “Novecento” non mi aveva convinta.

Se ne cambiano di occhiali nell’arco di una vita, si passa da quelli robusti a quelli confortevoli. Si passa dall’irrefrenabile voglia di correre in ogni punto del mondo, senza bagaglio, a quella di sentirsi al sicuro, nel proprio.        >> CONTINUA A LEGGERE